Menu Chiudi

La depressione di Marta

Marta è una donna di 45 anni (ogni elemento che possa rendere riconoscibile la persona è stato eliminato). E’ sposata con Lucio, ha due figli di 18 e 13 anni. Di lavoro fa l’addetta alle pulizie e lavora per la stessa cooperativa da 10 anni.
Ultimamente, a causa della crisi economica, l’orario di lavoro ha dovuto subire un ridimensionamento e Marta è passata dal lavorare 8 o 9 ore al giorno al lavorarne 4 o al massimo 5.
Da quando è successo questo Marta è cambiata.
Lucio riferisce che passa molto del suo tempo libero seduta in poltrona fissando il vuoto o al massimo guardando la televisione. Non riesce più ad occuparsi della casa come prima e l’ambiente domestico sembra al marito e ai figli più trascurato rispetto ad un pò di tempo fa.
Con i figli fatica ad avere un dialogo. Essendo entrambi ragazzi adolescenti, mettono duramente alla prova la pazienza dei genitori, ma Marta sembra non riuscire ad affrontare le sfide educative che il suo ruolo di madre imporrebbe. Con loro alterna momenti in cui subisce passivamente tutti i loro “capricci” a momenti in cui è estremamente aggressiva e reagisce urlando anche di fronte a situazioni di modesta gravità.
A volte Lucio la notte la sente piangere a lungo e lei stessa riferisce che il sonno da qualche tempo non è più riposante ed è caratterizzato soprattutto da risvegli precoci.

Lei riferisce inoltre che il mattino è il momento peggiore della giornata. Il pensiero di dover affrontare gli impegni quotidiani la opprime e sente di non farcela a sostenere tutto quello che gli altri si aspettano da lei. Persino andare al lavoro le pesa e Lucio si sorprende e le dice spesso: “Ma insomma! Ti lamenti che sei stanca e che non ce la fai a sopportare tutti i tuoi impegni ma ora fai meno di prima! Ti lamenti del fatto che lavori meno ore di prima ma poi dici che non te la senti di lavorare nemmeno quelle ore!”.
Marta si scoraggia di fronte ad affermazioni come queste perchè non si sente sufficientemente brava, come moglie, madre e lavoratrice. Inoltre si sente in colpa perchè si accorge che il marito la rimprovera implicitamente perchè la casa è trascurata e lei non riesce ad occuparsene come prima nè a sostenerlo nella gestione dei figli.
Cosa sta succedendo a Marta? Perchè si comporta in questo modo? Come potrebbe fare per stare meglio? Come possono aiutarla i suoi famigliari?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche e di terze parti. NON utilizziamo cookie di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie:
Informativa estesa cookie
Informativa Privacy