Menu Chiudi

Cinema e psicologia. Il caso Lorne Malvo

Ultimamente non sarà sfuggito agli appassionati di cinema e serie tv l’interessantissima serie “Fargo”. All’interno della serie troneggia un cattivo su tutti: il terribile Lorne Malvo.
Inafferrabile, malvagio, calcolatore, astuto. Un perfetto…criminale.
 
Ma quali sono le caratteristiche di questo personaggio? Quale potrebbe essere il suo profilo psicologico?
Diciamo subito che si potrebbe fare l’ipotesi che ci troviamo in presenza di una persona con Disturbo Antisociale di personalità.

Le persone con questo disturbo non riescono a conformarsi nè alla legge, per cui compiono atti illegali, ad esempio distruggere proprietà, truffare, rubare, nè alle norme sociali, per cui attuano comportamenti immorali e manipolativi, come ad esempio mentire, simulare, usare false identità.

E’ questo il caso del personaggio di Malvo, che, per sfuggire al carcere finge di essere addirittura un ecclesiastico, e si premura di attrezzare siti internet con informazioni che gli reggano il gioco.
Un elemento distintivo del disturbo è l’assenza di senso di colpa o rimorso per le proprie azioni, per cui chi ne soffre può far del male a qualcuno e in seguito può restare emotivamente indifferente o dare spiegazioni superficiali dell’accaduto.
I rapporti con gli altri sono superficiali e manipolatori. Il soggetto antisociale può ad esempio mentire allo scopo di ingannare il prossimo, per avere dei vantaggi di tipo personale. L’opinione degli altri circa il proprio operato non conta e viene vissuta per lo più nella più totale indifferenza. Ciò accade poichè la visione degli altri da parte della persona è estremamente negativa. Il soggetto ritiene che se non colpisce per primo verrà attaccato e danneggiato. Questa è spesso anche la giustificazione rispetto alle proprie azioni. “Gli ho fatto del male perchè se lo meritava”. “Gli ho fatto del male altrimenti, prima o poi, l’avrebbe fatto lui a me”.
L’opinione di sè invece è apparentemente esageratamente positiva. Chi presenta queste caratteristiche può presentarsi come una persona forte e sicura di sè, disinvolta e a suo agio.
Ciò però non si basa su un’autostima reale e su un amore autentico per la propria persona. Ne è riprova il fatto che spesso l’antisociale si mette a rischio e si infila in situazioni pericolose, sottovalutandole, come ad esempio abuso di sostanze stupefacenti, guida spericolata, pratiche sessuali a rischio.
Il quadro tracciato corrisponde a quello di Lorne Malvo?
Secondo il mio parere molti aspetti del disturbo li ritroviamo in questo personaggio e, se incontrate un soggetto come lui un suggerimento banale ma sensato: statene alla larga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche e di terze parti. NON utilizziamo cookie di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie:
Informativa estesa cookie
Informativa Privacy